HYPERPALATABLE FOOD: chi sono?

Sono quei cibi che creano dipendenza.

La FOOD ADDICTION (dipendenza da cibo) equivale ad una dipendenza da droga, i sapori molto intensi di questi alimenti scatenano nel nostro cervello sensazioni di puro piacere e ci rendono deboli prede dello sgarro. Il cervello è la pietra dello scandalo, se li mangiamo raramente non succede nulla, ma se cominciamo ad abituare il nostro cervello a quella sensazione di piacere rilasciata dal consumo di questi cibi, lui ne sarà DROGATO, ricercherà il rilascio di quelle sostanze chimiche che gli procurano piacere e sa che se mangeremo questi cibi….LE AVRA’ e ne vorrà sempre di più. Nulla di diverso dalla cocaina, dall’eroina…

Maggiore è il nostro sovrappeso, maggiore è la dipendenza.

Maggiore è il tempo da quando abbiamo iniziato ad abusarne, maggiore è la dipendenza.

In condizioni di FOOD ADDICTION vani saranno i nostri tentativi di resistere…se non li abbiamo, usciremo per andarceli a comprare.
La dipendenza da questi cibi non crea solo sovrappeso e obesità, che già sarebbero abbastanza, ma anche conseguente sindrome metabolica data la composizione di questi alimenti di cui tra poco vi riporterò una classifica.
L’obesità da FA è un sottotipo di obesità, da pochi decenni costantemente in crescita, diversa per esempio dall’obesità dovuta a patologie metaboliche (diabete, disfunzioni tiroidee,…) o ancora un esempio, dall’obesità generata da un consumo di cibi più vari.

E’ UN MECCANISMO BIOCHIMICO, che è tanto più forte quanto più ci siamo drogati di questi cibi. Il cervello sa cosa proverà quando il palato li assaporerà: PIACERE. E questa richiesta è ancora più forte in condizione di obesità o forte sovrappeso a cui spesso si associano sindromi depressive.
La FOOD ADDICTION (FA) non è ancora stata riconosciuta come DISTURBO ALIMENTARE, ma ci sono molte evidenze scientifiche che lo sarà presto e diversi studi clinici ormai la trattano già come tale (CURR DRUG ABUSE REV, 2011 Sep; 4(3): 201-7); inoltre è spesso sovrapposta alla depressione, al disturbo da deficit di attenzione, al BINGE EATING (BED).

I CIBI IPERPALATABILI (IPERSAPORITI) sono alimenti altamente trasformati, eccessivamente ricchi di zuccheri o di grassi o di entrambi. Uno studio dell’Università del Michigan stila una classifica dei 12 più pericolosi, che per la loro composizione chimica, se se ne abusa, diventano droghe e ci rendono ADDICT a quel cibo, dipendenti da quel cibo.

ECCO LA CLASSIFICA:
1. PIZZA
2. CIOCCOLATO
3. PATATINE IN BUSTA (chips)
4. BISCOTTI
5. GELATO
6. PATATINE FRITTE tipo McDonald
7. CHEESEBURGER
8. BIBITE GASSATE
9. TORTE
10. FORMAGGI
11. BACON
12. POLLO FRITTO

Sono cibi che quasi tutti mangiamo, ma il punto è NON ABUSARNE MAI. i soggetti che si nutrono di questi alimenti quasi sempre hanno azzerato il consumo di cibi sani come frutta e verdura, cominciano dalla mattina e vanno avanti tutta la giornata nutrendosi solo di questi cibi.

TUTTI SONO ALIMENTI IPERCALORICI, TUTTI POSSONO DOVENTARE DROGHE, possiamo abusare di tutti, di alcuni o di un solo alimento.

LA SOLUZIONE?
Se siete dipendenti da alcuni di questi cibi la soluzione è un percorso di disintossicazione vera e propria. La dieta dovrà essere affiancata da una forte volontà di cambiare abitudini di vita. Sarà necessario ridurre prima di tutto il peso corporeo, iniziare a fare movimento, diventare più attivi e il consumo e la richiesta di questi cibi caleranno sempre di più. Nutrizionista, medici, psicoterapeuti e personal trainer saranno figure fondamentali a cui affidarsi per ottenere questo grande cambiamento e vincere!

Luglio 15, 2018